LE LETTERE DI SAN FRANCESCO DI PAOLA
CINQUECENTENARIO DELLA MORTE (1507 – 2007)

(Tutti i file sono in formato pdf, per la lettura è indispensabile avere installato Acrobat Reader)

(fonte IL QUOTIDIANO del 15 Marzo 2007)

Lettera a SISTO IV (20_06_1483 ) – “Padre vi prego per la Regola
Lettere a SISTO IV (20_04_1484) –  “Padre, ascolti frate Baldassarre
Miracoli e gli inviti alla preghiera – Riappacificò la nobiltà paternese 
Nel 1474 nasce l’eremo di Spezzano dedicato alla Santissima Trinità
La congregazione si espande anche nel Regno di Sicilia
Francesco tracciò i confini del Santuario di Paola
Lo sapevate?

(fonte IL QUOTIDIANO del 17 marzo 2007)
A Carlo VIII (11_04_1493) “Un beneficio per Ambrogio
Ad Alessandro VI (1_11_1493) Un intervento contro la guerra
Il re di Francia molto malato lo manda a chiamare per guarire
Necessario l’interventodel Papa per fargli lasciare la sua Calabria
Il Miracolo della fornace
Il Culto di San Francesco di Paola

(fonte IL QUOTIDIANO del 18 Marzo 2007)

A Giovanni Quentin (5 febbraio 1494) – “Che diritto ha messer Cerisy sui terreni di Nigeon?”
Spezzò una moneta e ne uscì sangue per ammonire Ferrante d’Aragona
Papa Sisto V approvò la Regola contravvenedo
al Concilio del 1215
Il 2 Aprile a Maida c’è “la ciciarata”
La risurrezione di Nicola
I Tredici Venerdì

fonte IL QUOTIDIANO del 19 Marzo 2007
A Giovanni Quentin (1 Aprile 1494) – “Ho saputo che state male ma è un segno di Dio”
La partenza da Roma per la Francia ma la Provenza è infestata di peste;
Ancora oggi la cerimonia della Bravade ricorda la guarigione miracolosa
L’incontro nel Castello di Plessis con il re di Francia Luigi XI
Il dente di San Francesco
La Festa di Paola

fonte IL QUOTIDIANO del 20 Marzo 2007
A Giovanni Quentin (25 Marzo 1496) – “Lo studio e le opere buone E’ quello che piace a Dio”
Luigi XI chiese di vivere più a lungo e provò a corromperlo in tutti i modi.
Una fine operazione diplomatica che soddisfò la Santa Sede.
Il miracolo della guarigione della ragazza cieca.
San Francesco a la Città di Cosenza.

fonte IL QUOTIDIANO del 21 Marzo 2007
Francesco preparò il re alla morte e divenne il “Buono Uomo”;
Fu artefice di una politica distensiva Tornò la pace tra Francia e Spagna;
Il miracolo del Barone;
San Francesco e Montalto.

fonte IL QUOTIDIANO del 22 Marzo 2007
La grande fiducia di Carlo VIII e la mancata discesa
in Italia;
La Francia chiede al Papa l’approvazione della Regola;
Il Miracolo del Barone;
A piedi fino al santuario per amore di S.Francesco

fonte IL QUOTIDIANO del 23 Marzo 2007
Al Cardinale Giorgio d’Amboise (6 gennaio 1499) – “Vi presento mio nipote. Spero possa esservi utile”
Un eremo nella corte sfarzosa. E si aggregarono altri frati.
Papa Alessandro VI approva la Regola il 26 febbraio 1493.
Il miracolo delle orme sulla roccia del Pollino.
La vera immagine del Santo. Un convegno a Montalto.

fonte IL QUOTIDIANO del 24 Marzo 2007
A Florind Robertet (6 Gennaio 1499) – “Grazie per il vostro affetto – Siete nelle mie preghiere”
Un nuovo Giovanni Battista per i fedeli – Un altro Francesco d’Assisi per la Chiesa
Affascinò i riformatori tra i quali il maestro di un giovane Erasmo
Le sue idee imposte dalla Santa Sede anche ad altri eremi sorti a Praga
Sculture di San Francesco su legno d’ulivo

fonte IL QUOTIDIANO del 25 Marzo 2007
A Pietro di Lucena Olid (15 Gennaio 1501) – “Nessuno ci può togliere quello che Dio ci ha dato”
In Francia fondati ben nove conventi – Poi a Genova e a Trinità dei Monti
Il ruolo di Padre Bernardo Boyl che poi partì per l’America nel 1493
Il rigore della vita quaresimale affascinò anche la Germania.

fonte IL QUOTIDIANO del 26 Marzo 2007
Ad Angela Cesarini (1 settembre 1501) – “Se sbagliamo ci corregge Cristo”
A Giovanni Chalon (16 maggio 1493 o anni successivi) – “Serve un terreno per l’infermeria”
Nel 1501 la congregazione diventò ufficialmente l’Ordine dei Minimi
Le suore e il Secondo Ordine dei Minimi – Regola approvata da Giulio II nel 1506.
Il Terz’ordine riservato ai laici lavoratori e coniugati
A Lungro si discute su San Francesco e la tradizione del monachesimo calabro – greco.

fonte IL QUOTIDIANO del 27 Marzo 2007
A Paolo Margani e Angela Cesarini (15 novembre 1503) – Speriamo e preghiamo nella vostra generosità”
Gli ultimi anni dedicati alla vita eremitica – L’impegno a favore della pace
Designò padre Bernardino Otranto come suo successore
La Papa Leone X approvò il suo culto prima ancora della canonizzazione
Le pressioni della Francia e una documentazione imponente
La sua salma rimase esposta per giorni davanti ad una folla interminabile
Il suo corpo bruciato dagli Ugonotti – I pochi resti sono ancora in Francia

fonte IL QUOTIDIANO del 28 Marzo 2007
A Giovanni du Boys (23 marzo 1505) – “Sappiate che l’eterno Dio vi ama Osservate i suoi comandamenti”
Papa Clemente XII lo proclamò patrono del Regno delle Due Sicilie
La devozione della gente di mare e la Campana del Santuario di Genova
In Calabria il 2 Aprile giorno di precetto fino alla decisiva proclamazione
Il Vaticano ricorda il quinto centenario
La curiosità per i miracoli e le lievitazioni
L’ultima pagina

Share This