Fonte IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA  – Edizione di Vibo Valentia del 10 Gennaio 2006

Pizzo. Grande emozione al concerto inaugurale con l’organo a canne revisionato
Sarà un anno ricco di appuntamenti
Le attività della parrocchia guidata da padre Gaetano Nicolaci


Pizzo – Il 2007 si preannuncia come un anno ricco di eventi ed importanti celebrazioni per la parrocchia di San Rocco e San Francesco di Paola di Pizzo guidata dal Superiore Padre Gaetano Nicolaci.
Ricorrono, infatti, in questo anno due importanti anniversari: i 40 anni dell’erezione della Parrocchia ed il Cinquecentesimo anniversario della morte del santo paolano. E’, infatti, dal 1967 che l’Ordine dei Minimi di San Francesco di Paola si adopera con cura e dedizione nel servizio parrocchiale a Pizzo. Nell’arco di questi 40 anni l’attenta azione cultuale – sacramentale è stata accompagnata da un’intensa attività sociale e formativa che ha segnato la crescita di varie generazioni: dalla ”Felton”, presente nella mente e nel cuore di tanti, alla ”Charitas” che è stata e continua ad essere impegnata nell’assistenza di quanti bussano alla porta dei frati minimi, supportati da tanti benefattori e parrocchiani e dal terzo ramo della famiglia minima, il Terz’Ordine.
L’altro importante evento è il Cinquecentenario della morte di San Francesco di Paola, patrono della gente di mare, ed al quale da quasi cinque secoli i Napitini sono profondamente devoti. E’ nel 1578, infatti, che la gente di Pizzo espresse il desiderio di avere un convento dei Frati Minimi. Il desiderio sorse in relazione alla figura di Padre Virgilio Silenzio, proveniente da Briatico, ed adoperatosi nell’assistenza di chiunque avesse bisogno di conforto nel periodo in cui anche a Pizzo imperversava la peste.
E’ da questo stimolo che venne costruito, a ridosso di quella che all’epoca era la Chiesa di San Rocco, un bel convento dedicato ai religiosi dell’Ordine di San Francesco di Paola.
In questi secoli i frati appartenenti all’Ordine dei Minimi hanno seguito tutte le fasi di crescita e sviluppo della cittadina e all’inizio di questo nuovo anno si trovano a celebrare, insieme ai napitini, importanti momenti e storiche ricorrenze.
Il ricco ciclo di eventi di questo 2007 prospero di celebrazioni ha preso il via lo scoro 5 gennaio con l’emozionante concerto inaugurale dell’organo a canne situato nella Chiesa e recentemente revisionato ad opera della Bottega Organaria di Salvatore Pronestì di Sant’Onofrio. L’organo è stato realizzato nel 1961 a Padova ad opera dei Fratelli Ruffatti e si trova situato in alto nella Chiesa al di sopra dell’ingresso della navata principale.
Alla serata, organizzata con grande perizia grazie all’attenta attività svolta dal Superiore Padre Gaetano Nicolaci e al contributo del responsabile per l’animazione liturgico – musicale nonché organista titolare Diego Ventura, hanno partecipato un grosso numero di fedeli appartenenti alla parrocchia e moltissimi cittadini napitini. Gli intervenuti hanno così potuto deliziare le proprie orecchie con le superbe note del revisionato organo ed assistere all’esibizione del Maestro Carmelo Fede, prima tromba del Teatro ”V.Bellini” di Catania, del Soprano Claudia Andolfi che con la sua voce meravigliosa ha emozionato gli spettatori rendendo unico il concerto e del Maestro Donato Ventura, importante parte attiva della serata.
Per portare a termine il ripristino dell’imponente organo, significativo è stato il contributo della falegnameria Pulitano, il supporto fornito dal signor Emanuele Pisano e la collaborazione dei maestri: Francesco Rosabianca, Francesco Ventura e Simone Primerano.
Questo emozionante evento è stato molto apprezzato da tutta la cittadina e ieri è stato seguito da un altro rilevante, nonché ”storico” momento per la parrocchia: l’emittente radiofonica nazionale cattolica ”Radio Maria” infatti ha raggiunto la Chiesa di San Rocco e San Francesco di Pizzo e da qui ha trasmesso, sul territorio nazionale le celebrazioni dell’ora di spiritualità che avranno luogo presso questa.
Altro importante, ed intenso, appuntamento del mese di Gennaio presso la Parrocchia è il Triduo di preghiera dedicato alla Madonna del Miracolo, figura che conta un gran numero di fedeli in tutta la regione ed il cui altare si trova sul lato sinistro della navata principale della Chiesa. La tre giorni di preghiera inizierà il prossimo 17 gennaio e terminerà con l’emozionante celebrazione di Sabato 20 gennaio.
Nel corso di questa, infatti, verrà ricordata l’apparizione all’ebreo Alfonso Ratisbonne della Madre di Cristo il 20 Gennaio 1842 nella Chiesa di Sant’Andrea delle Fratte a Roma, convento dei Frati Minimi di San Francesco di Paola dal 1585.
Il calendario degli appuntamenti per i fedeli della Parrocchia di San Rocco e San Francesco di Paola nonché per i devoti sparsi su tutto il territorio è quindi molto ricco e, alla luce delle importanti commemorazioni che ricorreranno nel corso di quest’anno, riserverà sicuramente altre importanti occasioni di preghiera e celebrazioni per quanti confidano nella figura di San Francesco e di quanti ripongono una particolare dedizione per l’Ordine dei Minimi.
E’ senz’altro da ammirare l’intenso impegno e la profonda dedizione profusa dal Padre Superiore Padre Gaetano Nicolaci nello sviluppo di questo importante complesso di iniziative anche alla luce del fatto che attualmente la crescita numerica della parrochia e il decentramento geografico, rispetto alla stessa Chiesa, richiede un impegno crescente ed una impostazione sempre più complessa ed articolata dell’attività pastorale.


Anna Maria Pagnotta

Share This